POESIE E DIALETTI

 

 

 

 

Formato: 15x21

 

Pagine: 164

 

Disponibilità: Disponibile

 

Prezzo: € 10,00

 

ordina

Libro: CUNCTA SPARSA - Parole in versi e altro

Questa pubblicazione nasce dalle sollecitazioni di molti amici che spesso mi hanno rimproverata per non aver mai dato alle stampe quanto vado scrivendo ormai da tanti anni. Si tratta di “parole in versi” (non oso chiamarle poesie) con cui ho espresso ed esprimo, più per me stessa che per ipotetici lettori, i miei stati d’animo, i miei interrogativi, a volte la sofferta fatica del vivere. I “pezzi” qui raccolti coprono un arco temporale molto vasto, dal 1965 ad oggi.

La scelta non è stata casuale, ma ha risposto all’esigenza di dare una veste organica a un materiale sparso in diversi rivoli; si tratta, infatti, di scritti che hanno già incontrato un loro pubblico, con discreta fortuna, comparendo in antologie poetiche, pagine di giornali, sillogi relative a concorsi letterari, testi di vario genere.

Averli qui riuniti può dare al lettore l’idea di un percorso umano/esistenziale e stilistico e può aiutare me a leggere me stessa, se sarò capace di “guardarmi” dal di fuori. La seconda parte raccoglie gli scritti in prosa, cui mi dedico sporadicamente e da un tempo relativamente recente, ma dai quali ho avuto modo di ricavare molte soddisfazioni.

Ringrazio gli amici per gli incoraggiamenti e i lettori per la cortesia con cui vorranno leggermi. Alle mie “parole”, in versi e in prosa, auguro un buon viaggio fra la gente.

Autore: Irene DE PACE

Irene De Pace, di origine calabrese, e precisamente di Crotone, nata nel 1940, risiede a Latina dal 1957, anno della sua iscrizione alla Sapienza di Roma. Laureata in lettere, è stata docente di scuola elementare e media e preside di scuola secondaria di primo grado. Fin dalle prime classi della scuola elementare ha manifestato una evidente predisposizione per la scrittura e grande amore e attenzione per la lingua italiana.

Lettrice appassionata, ha coltivato nel tempo la vocazione alla poesia, pubblicando all’età di ventuno anni una silloge dal titolo Sottovoce, per i caratteri dell’Editrice MIT di Corigliano Calabro. Successivamente non ha pubblicato altro. Infatti, sposatasi e divenuta insegnante di ruolo, ha assecondato solo in maniera molto discontinua il suo interesse per l’attività poetico-letteraria, che spesso, e per lunghi periodi, è stata sacrificata in favore dei doveri, sentiti come preminenti e imperativi, nei confronti della famiglia e della professione. Giunta al traguardo della pensione e conquistata alfine una fetta di tempo per sé, ha recuperato il suo rapporto con la scrittura, dedicandosi come sempre alla poesia, ma, adesso, anche alla prosa nella forma del racconto breve, in cui convivono elementi fantastici e autobiografici.

Avendo partecipato con esito favorevole a diversi concorsi nazionali, suoi scritti compaiono sin dal 1961 in varie antologie e rassegne. Su sollecitazione di amici ed estimatori, Irene De Pace dà oggi alle stampe questo testo, in cui raccoglie in ordine cronologico tutti i suoi scritti editi, ma sparsi in diversi rivoli. Il risultato è un libro agile, da prendere in mano nei brevi momenti di pausa, o da tenere sul comodino per chiudere la giornata con la lettura di una pagina semplice ed accattivante, o, ancora, da sfogliare nei momenti di solitudine per riceverne compagnia. Se ciò avverrà, sarà valsa la pena di averlo pubblicato.

 

 

 

 

Altri Libri di questo Autore