RACCONTI, ROMANZI E STORIE VERE

 

 

 

 

Formato: 15x21

 

Pagine: 144

 

Disponibilità: Disponibile

 

Prezzo: € 18,00

 

ordina

Libro: HO UCCISO L'OMBRA DEL MIO ANGELO

È la storia di un uomo, Maurizio, che all’improvviso, dopo aver comprato un libro senza neanche averne letto il titolo, ma solo per l’illustrazione che presenta sulla copertina, sente il bisogno irresistibile di tornare a Barcellona, stupendo palcoscenico di questo racconto.

Maurizio riveste nella società come nel racconto, due ruoli in apparenza contrastanti: quello di scrittore e quello di Ispettore di Polizia Penitenziaria.
In questo suo viaggio, nell’affascinante cornice di una Barcellona diurna e notturna,
incontra personaggi strani, misteriosi, spesso soprannaturali e/o immaginari, che lo condurranno per mano alla ricerca ed al consapevole ritrovamento di un passato,
di una storia, di una persona mai dimenticata.

Il tutto si svolge tra riflessioni profonde, tra paure, tra momenti di tensione e di commozione.
Entrano nella trama un vecchio bibliotecario, uno studente misterioso, un fantomatico Javier, un ragazzo, Daniel, che sarà il perno centrale di una storia, e tutta una serie di personaggi all’apparenza semplici ma singolari e intriganti, che fanno da contorno a questo singolare racconto che si concluderà, senza voler nulla svelare, con un atto di amore, forse vera meta inconscia del personaggio principale, Maurizio.
Perché come dice lo stesso autore ad un certo punto: “l’amore è un sentimento così forte e determinante che accende mille vulcani, è capace di sopprimere dubbi e paure. L’amore, quando è vero e non è solo necessità materiale, diviene l’essenza naturale della vita”.

Autore: Luigi GIANNELLI

Nato a Parabita (Lecce) il 23 giugno 1960, è ispettore Superiore di Polizia Penitenziaria, in servizio presso la Casa Circondariale “Rebibbia Nuovo Complesso” Roma dal 1987.

Ha inizialmente svolto, tra i tanti incarichi, anche quello di responsabile del Teatro collaborando con moltissimi registi agli allestimenti di numerose commedie, tra le più importanti: il Marat–sade regia di Antonio Campobasso 1989 – L’Esperimento regia di Giacomo Piperno 1996 – Commedianti regia di Anna Lezzi 1997. Ha portato in scena, in alcuni teatri italiani e in 29 Istituti Scolastici del Lazio, Lettera a un giovane detenuto di cui è autore e regista 2008-2009. Ha realizzato alcuni cortometraggi e videoclip tra cui Sono in carcere e siete venuti a trovarmi premio Giubileo 2000 del vicariato di Roma. Benemerito del Calcio, riconoscimento conferito dal C.R.L. – L.N.D. – F.I.G.C.

 

 

 

 

Altri Libri di questo Autore