STORIA E ARCHEOLOGIA

 

 

 

 

Formato: 17x24

 

Pagine: 148

 

Disponibilità: Esaurito

 

 

 

 

Libro: LA DONNA ACCOVACCIATA

È un inedito archeologico anche la statuina della donna accovacciata, che orna una finestra della facciata di Palazzo Caetani. Per secoli nessuno si era accorto della sua presenza “sconcia”. Pochissimi, anche dopo il restauro, che l'ha svelata, ne avvertono ancora l'esistenza.

Eppure, potrebbe raccontare storie sconosciute alla città, alla quale l'architetto Matteo Forcymania e i suoi scultori catalani vollero regalare la “boteriana” femmina in posa “indecente”. La storia della piccola scultura, comunque, potrebbe essere sorella delle altre fragili leggende e dei frammentari racconti popolari “indigeni”, che si è voluto riproporre con “I cunti”. I racconti e la sconosciuta statuina della donna megera di Palazzo Caetani sono solo spunti, spesso anche tenui, per un invito a ricercare una secolare produzione di arte popolare, che nella millenaria vicenda umana degli abitatori della Piana di Fondi sembra essersi volatilizzata. In un territorio, tra l'altro, percorso da genti e popoli di diversa origine e cultura. In una terra di forte richiamo immigratorio, che avrebbe dovuto lasciare impronte più visibili e più profonde di una pluri-cultura stratificata.

Autore: Gaetano CARNEVALE

Gaetano Carnevale nasce a Fondi (LT) nel 1937. Laureato in Lettere Moderne all'Università “La Sapienza” di Roma ha svolto la professione di insegnante. Giornalista pubblicista. Dal 1964 scrive per «Il Messaggero» di Roma. Ha dato vita insieme con altri al giornale «Dibattito» e ha collaborato a riviste culturali. Tra queste «La rassegna mensile di Israele», nel cui volume XLI n. 2 (Terza serie) del mese di febbraio 1975, uscirono le prime notizie sugli ebrei a Fondi.

Nel 1981 stampa per il Laboratorio di Storia-Architettura-Ambiente la prima edizione de La Giudea di Fondi, alla quale seguiranno quelle a cura delle "Edizioni Confronto" del 1997 e del 2003. Nel 1986 insieme con altri colleghi giornalisti pubblica Un po’ di Fondi – Avvenimenti, rievocazioni, personaggi attraverso i resoconti del Messaggero, a cura del Comune di Fondi. Con gli alunni della Scuola Media “E. Amante” ha pubblicato l'inventario-catalogo de La pittura di Fondi nei secoli (1997). È anche autore di una ricerca sui Veneti nella Piana di Fondi, pubblicata dall'Archivio di Stato di Latina in Ebdomada 2001-Palinsesti per la società di oggi, Atti della III settimana per la cultura, Ministero per i Beni e le Attività Culturali (2001). L'ultimo suo lavoro riguarda una ricerca sull'architettura degli anni 1920-1930 a Fondi, i cui risultati sono stati pubblicati, grazie alla Banca Popolare di Fondi, nel libro Architettura dignitosa - il Liberty di Fondi (2004).

 

 

 

 

Altri Libri di questo Autore