PER NON DIMENTICARE

 

 

 

 

Formato: 17x24

 

Pagine: 229

 

Disponibilità: Disponibile

 

Prezzo: € 25,00

 

ordina

Libro: PUNTA STILO TARANTO GAUDO E MATAPAN - Pagine nere della guerra italiana

E’ la rievocazione dolorosa di tre importanti eventi di guerra italiana, pagine nere di un lontano passato, più volte riesumate da storici del nostro paese e dai cobelligeranti del tempo, anche attraverso memoriali-discolpa, soprattutto da parte di alcuni protagonisti del tempo. E’ una sequenza di tristissime storie di lotte sul mare, attraverso battaglie combattute e purtroppo non vinte. Protagoniste la Regia Marina e la Regia Aeronautica, le Armi che la propaganda del regime aveva posto sugli alti scudi della gloria e della potenza fascista.

A Punta Stilo l’occasione del primo incontro di fronte alle coste di casa nostra, finito quasi in tragedia, per l’accanimento di alcuni bombardieri italiani trovatisi più volte ad attaccare le navi dell’Amm.Inigo Campioni, prese di mira durante la loro “ritirata strategica. Si sono così individuati i reparti e i protagonisti di tali macroscopici errori!
La notte di Taranto fu, invece, lo smacco più inquietante alla potenza guerriera della Regia Marina, colpita nel cuore della sua base più importante, nonostante che la Regia Aeronautica avesse segnalato, in anticipo, tre-quattro giorni prima del misfatto…la presenza di ben due flotte nemiche nel “Mare Nostrum”…pagando un alto contributo di eroici aviatori italiani!
A Gaudo e Matapan, infine, si consumò la più grande tragedia per le forze dell’Amm.Angelo Iachino, trovatosi di fronte all’agguato messo in atto dalla più astuta ed accorta strategia dei nostri avversari, aiutati da elementi “elettronici”…allora impensabili, pagando lo scotto di pesanti perdite di unità, insieme ai loro eroici equipaggi.

E’ un’opera da non perdere, per le interessanti notizie storiche narrate in ben 229 pagine, arricchite da un centinaio di bellisime foto del tempo. Volume dal formato 27 x 19 cm, edito dalla Herald Editrice.

Autore: Nicola MALIZIA

Nicola MALIZIA è nato il 3 Luglio 1930, si direbbe casualmente, presso il mini-scalo ferroviario di Nova Siri (MT), da genitori calabresi, quando il proprio padre esplicava servizio nel piccolo centro lucano, ma ha vissuto i suoi primi 20 anni in Calabria, da una sponda all'altra della Regione. Piccolo sognatore si appassiona fin da ragazzo all'Arma Azzurra, pur se esaltata dagli eventi, tragici e drammatici, della 2^ Guerra Mondiale, che ha subito sotto la martellante presenza dell'Aviazione Alleata. Nei frequenti spostamenti del genitore, ha frequentato, nei posti più belli dell'incantevole "sua terra" del Sud, gli studi classici, aspirando I'ingresso nell'Accademia Aeronautica, purtroppo sfuggitagli con il Corso Ibis 2 del 1950... per arruolarsi come volontario specialista nello stesso anno, con onore e vanto per avere indossato l'uniforme pii, bella delle nostre FF.AA. Dopo 9 mesi di Corso nella Reggia di Caserta, ove 6 stato assegnato alla Categoria di Armiere, la gioia e l'orgoglio del suo primo prestigioso reparto di assegnazione at Nord: il 51° Stormo Caccia, raggiunto nella bella, ineguagliabile, città di Treviso il 29 Agosto 1951.

Nel sogno e net destino della sua vita trevigiana, non pub mancare l'incontro di una ragazza, che diverrà sua moglie, e madre di tre figlie. Oggi da oltre 50 anni insieme, sei volte nonni... bisnonni "in pectore", per una vita serena e ricca di soddisfazioni nella dolcezza delta sua grande Famiglia. Quale entusiasta esponente dell'Aeronautica Militare, ha operato per 23 anni nel 51° Stormo Caccia e per altri 10 nel 5° di Rimini, prima di congedarsi anzitempo, a domanda, per dedicarsi at suo hobby più caro: lo scrivere. Negli anni dal 1968 ad oggi, Malizia ha realizzato 35 volumi di carattere tecnico-storico sulla nostra Aeronautica Militare, in guerra e in pace, quattro dei quali in lingua inglese, Quale co-Autore con illustri scrittori britannici.

A questi scritti va aggiunto un nutrito numero di articoli pubblicati da riviste italiane e straniere, per esaltare lo spirito indomito degli aviatori italiani, di cui si onora di aver fatto parte. Se il destino e il volere di Dio lo manterranno ancora integro nel fisico e vivo nella passione, la sua vena di scrittore gli fora realizzare altre opere, per la gioia dei suoi tanti appassionati e fedeli lettori.

 

 

 

 

 

Altri Libri di questo Autore