Spedizione gratuita per TUTTI GLI ORDINI fino al 31 agosto!

Rassegna giurisprudenziale in tema di diritto penale sostanziale relativa all’anno 2021

Il volume, dopo quello pubblicato nel 2021, dal titolo “Rassegna giurisprudenziale in tema di Diritto penale sostanziale relativa al trienni 2018-2020”, edito da Herald Editore, raccoglie, con commenti, alcune delle più importanti pronunce della Corte di cassazione depositate nell’anno 2021, oltre che un repertorio delle sentenze della Corte costituzionale relative al medesimo periodo.

L’opera rappresenta, anche in questa occasione, uno strumento agile per l’individuazione del “diritto vivente”.

15,00

Categoria:

Autore

  • Andrea De Lia

    Andrea De Lia è avvocato del Foro di Roma, patrocinante in Cassazione.

    È autore di circa 60 opere in materia di Diritto penale, tra le quali tre monografie, oltre ad un’altra in uscita sul Diritto penale economico a doppia firma con il Prof. Adelmo Manna, ed è componente del Comitato scientifico delle riviste Temi Romana e Foro Romano.

    È docente a contratto di Diritto e Procedura penale presso l’Università di Firenze, ed insegna Diritto penale commerciale presso l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale. È altresì da alcuni anni docente di Diritto penale presso la Scuola di specializzazione per le professioni legali dell’Università “Vanvitelli”.

    Gli interessi di ricerca dell’autore sono soprattutto sui temi del Diritto penale della medicina, del Diritto penale economico, della tutela degli interessi finanziari della P.A. e delle Misure di prevenzione.

    Da molti anni è consulente del Ministero dello Sviluppo economico.

    È allievo dei Professori Gaetano Insolera (Università di Bologna), Enrico Mezzetti (Università Roma Tre) e del Prof. Adelmo Manna (Università di Foggia).

Introduzione

 Il volume contiene, nella prima parte, una rassegna di alcune delle principali pronunce della Corte di cassazione, in materia di diritto penale sostanziale, depositate nell’anno 2021; esso, dunque, costituisce la “prosecuzione” del lavoro che è stato già pubblicato da Herald Editore, relativo alle decisioni della suprema Corte depositate negli anni 2018-2020.

Il “format” è, anche in questa occasione, quello dell’osservatorio, finalizzato a fornire al lettore un quadro veloce, ma nel contempo ampio, delle principali decisioni assunte dalla Corte.

Quanto alla struttura dell’opera, trenta sentenze sono state oggetto di brevi note a sentenza, due delle quali redatte da Francesca Florio (Cass., Sez. IV, 11 febbraio 2021, n. 10759, sul tema della pornografia minorile; Cass., Sez. III, 13 maggio 2021, n. 24872, sulla violenza sessuale) e due da Gaia Gandolfi (Cass., Sez. II, 5 maggio 2021, n. 20789, sull’abuso d’ufficio; Cass., Sez. V, 18 maggio 2021, n. 23709, sulla contraffazione dei marchi), che ringrazio anche per il supporto che, più in genere, queste compagne di viaggio mi hanno fornito nella selezione del materiale giurisprudenziale e per la correzione delle bozze.

Sempre nella prima parte, sono state, inoltre, riportate (con lievi adattamenti editoriali) le massime di un numero considerevole di pronunce della Cassazione, sui temi più vari del diritto penale sostanziale.

Nella seconda parte del volume, invece, sono compendiate le massime di alcune delle principali pronunce della Corte costituzionale, sempre in materia penale sostanziale, depositate nell’ultimo anno.

Il “target” di questa opera è rappresentato, in primo luogo, da tutti coloro che si accingono a sostenere le prove concorsuali per l’abilitazione forense, per l’accesso alla magistratura, nonché gli esami pubblici che, più in genere, presuppongono una conoscenza da parte dei candidati della giurisprudenza più recente; nel contempo, tuttavia, tenuto conto del sempre maggior “peso” che oggi riveste il c.d. “formante giurisprudenziale”, il “diritto vivente”, il libro si presta certamente ad assumere la funzione di un vero e proprio strumento d’officina per gli operatori del diritto impegnati in materie penalistiche.

L’ampiezza dell’osservatorio, infine, attribuisce al volume una certa utilità anche per l’Accademia, sempre più interessata alla c.d. “law in action”.

La rassegna, quest’anno, si rivela densa di contenuti, poiché molte sono le pronunce meritevoli di attenzione su temi di quotidiana “emergenza”, quali la colpa medica, l’infortunistica stradale e quella sui luoghi di lavoro, che costituiscono un banco di prova continuo per categorie di parte generale quali il nesso eziologico (specialmente nei reati omissivi) e la colpa.

Accanto a queste si collocano altre, interessanti pronunce sulla violenza sessuale e sulla pedopornografia, nonché sul delitto di abuso d’ufficio, oggetto di una recente, e contestata riforma, della quale si darà pure conto; molti sono, inoltre, i focus sviluppati (tra l’altro) sul diritto penale economico, che ha fatto registrare importanti decisioni delle Corti sui reati fallimentari, su quelli tributari e sull’autoriciclaggio.

Si è ritenuto utile, infine, inserire un indice tematico delle principali pronunce, della Cassazione e della Consulta, analizzate nel precedente volume; ciò al fine di consentire al lettore di disporre anche di uno strumento di consultazione del materiale giurisprudenziale relativo al triennio precedente.

Il materiale è particolarmente ampio e deriva (al netto di rilevanti modifiche ed aggiunte) dall’osservatorio che, con frequenza bimestrale, è pubblicato sulla rivista Foro Romano, della quale è Direttore scientifico la Collega Saveria Mobrici, che ringrazio, insieme a Roberto Boiardi di Herald Editore, anche in questa occasione, per lo spazio concessomi.

Buona lettura, e buon lavoro.

L’Autore

 

Titolo

Torna in cima